Docenti Summer Camp

 

Elisabetta Fable, nata a Bolzano ha iniziato presto lo studio del violino nel Conservatorio della sua città Ha proseguito poi gli studi presso il Conservatorio “F.E. Dall’ Abaco”di Verona sotto la guida del M° Walter Daga. Dopo aver conseguito brillantemente il diploma in Violino, si perfeziona con il M° S.Kravtchenco, il M° Yuri Bashmet presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. 
Nel 1990 vince il primo posto al Concorso Internazionale presso l’ Orchestra della Fondazione Arena di Verona con la quale collabora tuttora ricoprendo più volte il ruolo di concertino dei Primi violini.
Diversi ed importanti come, “Gli Archi Italiani”, l’”Accademia I Filarmonici”, “I Cameristi Lombardi”, il quartetto “Quattro Archi Più….”, il quartetto “Athesis”, i solisti de l’ “Accademia I Filarmonici”, “ I Virtuosi Italiani”, l’”Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani” sono i complessi cameristici con i quali svolge ad oggi un’intensa attività sia concertistica che discografica. Con tali formazioni ha effettuato numerose tournee in Europa, Asia, Stati Uniti e Sudamerica, ricoprendo più volte il ruolo di Solista, Primo violino di Spalla e concertino dei Primi violini.
Nel 2006 consegue, con il massimo dei voti e la Lode, la Laurea di II livello in violino barocco e classico presso il Conservatorio di Trento con i docenti Alberto Martini, Stefano Montanari e Enrico Onofri. Suona con un violino Romeo Antoniazzi del 1916.

Da diversi anni si dedica con intensità e passione anche alla didattica.

Ha collaborato per dieci anni con il M° Walter Daga, in qualità di sua prima assistente e con numerose scuole musicali anche per progetti dedicati allo sviluppo dell’attività musicale di insieme per i più piccoli. Svolge una attività di ricerca in questo ambito attraverso lo studio e l’analisi delle diverse metodologie di approccio allo strumento, soprattutto per i piccolissimi.

Gionata Brunelli, violoncellista, ha compiuto gli studi musicali nei Conservatori Statali di Musica di Mantova, diplomandosi nel 1995, e Verona dove ha conseguito il Diploma Accademico di II Livello con il massimo dei voti e la Lode e l’abilitazione all’insegnamento dello strumento nelle scuole secondarie.
Nel 1995, dopo aver superato l’audizione riservata ai giovani della comunità europea, entra nella Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo (Cn), sotto la guida di E. Wilson e O. Badila. In seguito, assistito da G. Guglielmo, si perfeziona nel repertorio cameristico con particolare attenzione alla prassi esecutiva barocca.
Durante gli studi ha collaborato in formazioni da camera come “Ensemble Urs Machler” ed “Ensemble Musica Ricerca”, e come Primo Violoncello nelle orchestre: Sinfonica Amadeus, Filarmonica di Parma, Sinfonica di Brescia, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e l’Orchestra del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo.
Nel 1996 entra a far parte dell’“Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza” e nel 2000 ne diventa stabilmente il Primo Violoncello fino al 2011.
Attualmente, collabora con “I Virtuosi Italiani” guidati da A. Martini. Con questa formazione, si è esibito per i più importanti teatri e per i principali enti musicali italiani quali: il Teatro Dal Verme e la Sala Verdi a Milano, il Teatro La Fenice, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro Comunale di Modena, il Teatro Regio di Parma, il Teatro Filarmonico di Verona, l’Associazione Barattelli di L’Aquila, l’Unione Musicale di Torino, l’Istituzione Universitaria dei Concerti di Roma, il Teatro alla Pergola di Firenze, la Società Filarmonica di Roma e molti altri. Numerose, inoltre, le tournées all’estero: Francia (Festival Pablo Casals di Prades, Festival Berlioz, Aix-en-Provence, Bordeaux), Germania, Svizzera, Spagna, Portogallo, Inghilterra (Londra Royal Albert Hall), Polonia, Lituania, Lettonia, Finlandia, Slovenia (Festival Internazionale di Lubiana), Russia (Mosca, San Pietroburgo), Corea e Paesi Baltici.
Dal 2010 è membro della giuria della sezione archi del “Concorso giovanile internazionale A. Salieri”.
Dal 2010 è titolare della cattedra di violoncello presso il Liceo musicale statale “C. Montanari” di Verona.
Nel 2013 le Edizioni Carisch hanno pubblicato il suo “Metodo pratico per lo studio del violoncello nelle scuole a indirizzo musicale” a cui Enrico Bronzi ha dedicato la prefazione.

SILVANO PERLINI violino. Ha studiato presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza, diplomandosi con il massimo dei voti in “Composi¬zione” (il massimo dei voti non era mai stato assegnato prima in questa discipli¬na), in “Musica Corale e Direzione di Coro” (per entrambi i diplomi sotto la guida del M° Enrico Pisa), in “Direzione d’Orchestra” (presso il Conservatorio “A. Boito” di Parma), in “Violino” (sotto la guida del Mº Enrico Balboni) ed in “Didattica della Musica”. Presso il medesimo Istituto ha successivamente conseguito con il massimo dei voti la Laurea di secondo livello in Violino ad indirizzo solistico, eseguendo un concerto inedito di Ottorino Respighi e discutendo una tesi sulle sonate per pianoforte e violino di Johannes Brahms. Come violinista si è perfezionato con i Maestri Giuliano Carmignola, Giovanni Guglielmo, Cristiano Rossi ed Enzo Porta; si è inoltre perfezionato in musica da camera con il “Trio di Trieste” a Duino (TS), con Bruno Canino e Stefania Redaelli.

Suona uno strumento costruito a Venezia da Luigi Fabris nel 1872.

In qualità di compositore è stato premiato in concorsi nazionali ed internazionali; suoi lavori sono eseguiti in Italia ed all’estero.

Ha studiato direzione d’orchestra con i maestri Ludmil Descev e Vram Tchiftchian, perfe-zionandosi con i maestri Donato Renzetti a Milano (“Pomeriggi Musicali”) e Pescara (“Accademia Musicale Pescarese”) e Salvador Mas Conde all’Accademia di Vienna. Ha diretto - in Italia ed all’estero - importanti istituzioni orchestrali tra cui l’Orchestra da Camera del Teatro Nazionale di Sofia, l’Orchestra Filarmonica di Schoumen (Bulgaria), l’Orchestra Sinfonica di Stato di Plovdiv (Bulgaria), la Symphonietta dell’Orchestra Sinfonica di Stato di Vidin (Bulgaria), l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra da Camera del Friuli-Venezia Giulia, il “Concentus Musicus Patavinus” dell’Università di Padova, l’Orchestra Sinfonica di Pescara, Serenade Ensemble, Alpe-Adria Consort, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Verona “I. Montemezzi”, la “European Doctors Orchestra” di Londra (primo direttore italiano), l’Ensemble Musagète.

Casa Ricordi ha pubblicato un suo libro sui rapporti tra Musica e Retorica nella Polifonia Rinascimentale.

Attivo anche nel campo della didattica, è stato docente di Violino presso le Scuole Medie Statali ad Indirizzo Musicale fin dal 1988. Ha fatto parte di specifici gruppi di lavoro a livello provinciale e regionale (SIEM, IRRE Veneto) ed ha tenuto numerosi seminari sulla didattica della musica d’insieme. È fondatore e direttore dell’Orchestra Giovanile d’Archi “Spring Strings” di Verona che accomuna studenti e studentesse delle SMIM, del Liceo Musicale e del Conservatorio.

Sempre per Casa Ricordi ha recentemente pubblicato un innovativo metodo di violino in più volumi.

Attualmente è docente di Violino presso il Liceo Musicale Statale “Carlo Montanari” di Verona.

Ilaria Miori  violino.

Nata a Bolzano nel 1965, Ilaria Miori ha iniziato lo studio del violino al conservatorio della sua città sotto la guida di Isabella Cavagna. Ha proseguito poi i suoi studi sotto la guida di Beatrice Antonioni al conservatorio di musica "S. Cecilia" di Roma, dove si è diplomata con il massimo dei voti e la lode, e si è successivamente perfezionata con Ruggiero Ricci, Norbert Brainin e Pavel Vernikov. Ha seguito per due anni il prestigioso corso di Musica da Camera tenuto dal Trio di Trieste presso l’Accademia Chigiana di Siena.

Giovanissima, è entrata a far parte dell'Orchestra Giovanile Italiana e dell'Orchestra dei Giovani della Comunità Europea, diretta da Claudio Abbado, con la quale ha suonato nei maggiori centri musicali europei e negli Stati Uniti. Vincitrice dei concorsi per violino presso il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro comunale di Bologna e l'Orchestra dell' Accademia Nazionale di Santa Cecilia , della quale ha fatto parte stabilmente per oltre 10 anni, Ilaria Miori ha svolto una intensa attività concertistica con il "Trio Alibert", con il quale si è affermata in numerosi concorsi internazionali di Musica da Camera quali il "Carlo Zecchì" di Roma, il Concorso "Provincia di Caltanissetta", il Concorso “G. B. Viotti” di Vercelli.

Ospite di importanti Festival internazionali di musica da camera come Kuhmo in Finlandia, Charleston Manor in Inghilterra, Portogruaro, Musicalmente Bologna, Sermoneta, Anima Mundi, Estate Musicale del Garda, ha suonato con musicisti quali B. Giuranna, P. Vernikov, M. Quarta, F. Petracchi, M. Campanella, R. Filippini, A. Pay.
Si è inoltre esibita in Spagna, Germania, Francia e Giappone collaborando con numerosi complessi da camera, tra i quali l'Ensemble Busoni, il Trio D'Archi di Roma, l’Ensemble di S. Cecilia, I Filarmonici di Roma, la Camerata Strumentale di Santa Cecilia. Con quest'ultima ha effettuato l'incisione dell'integrale delle Sei Sonate per archi di G. Rossini e di opere cameristiche di L.Boccherini. E’ stata invitata a collaborare in qualità di primo violino con l’Orchestra Giovanile di S. Cecilia ed ha ricoperto per 4 anni il ruolo di violino di primo vilino dell'Orchestra da Camera dell'Oratorio del Gonfalone di Roma. Ha inciso per la casa discografica ONDINE opere di Jean Sibelius ed ha registrato inoltre per la Radio e la Televisione Italiana e Svizzera.

Attualmente è membro stabile dell’orchestra dei Virtuosi Italiani con cui ha tenuto concerti in Italia, Francia, Spagna, Turchia, Estonia, Israele, Russia e Corea, e collabora con l’orchestra Haydn e con l’orchestra dell’Accademia di S. Cecilia, con la quale ha effettuato nel 2012 un lungo tour in Giappone e Cina sotto la guida del M° Pappano.

Ha conseguito l’abilitazione europea di 4° livello per l’insegnamento del violino seguendo il metodo Suzuki, e nel 2010 ha fondato il Progetto Suzuki Bolzano, ospitato dall’Istituto Musicale in lingua italiana A. Vivaldi di Bolzano, unico corso Suzuki del Trentino Alto Adige riconosciuto dall’Istituto Italiano Suzuki.

Ha inoltre insegnato violino presso il Conservatorio di Musica Bonporti di Trento e violino seguendo il metodo Suzuki presso il Conservatorio di Musica “A. Pedrollo” di Vicenza.

E’ stata invitata a partecipare come insegnante attivo al workshop in occasione del Ventennale della scuola Suzuki di Aosta nel 2013, del Convegno Nazionale Suzuki di Cuneo nel 2016 e del workshop per i festeggiamenti dei 25 anni della scuola di Milano nel 2019.

Nel 2018 e 2019 è stata docente di riferimento per una collaborazione estiva di Progetto Suzuki Bolzano con l’Accademia Mahler per la preparazione e la realizzazione di concerti all’interno del Bolzano Festival.